Body Percussion Corso Breve

con Matteo Luzi

percussionista e insegnante di percussioni africane

Il modo migliore per fare

musica é attraverso il tuo corpo.

Questo Corso Introduttivo vuole insegnarti, senza pretesa di esaustività, le basi del metodo della Body Percussion. Attraverso una didattica prettamente ludica, ispirata al lavoro con bambini delle scuole, verrai accompagnato verso un rapido apprendimento dei tantissimi suoni che il nostro corpo puo' produrre e  degli aspetti ritmici che si possono creare e sviluppare, inseriti nel contesto di giochi ritmici da proporre ad adulti e bambini.

Creatività

La Body Percussion ti aiuta a potenziare il tuo emisfero immaginativo

Attivazione Corporea

Stimola il movimento, potenzia l'ernegia e migliora

la relazione con il tuo corpo

Socializzazione

Ti guida in modo facilitato a collaborare e incontrare gli altri in apertura

Giocosità

Mantieni un atteggiamento ludico importante e sostieni l'aspetto divertente della vita

Programma dei 6 incontri

Martedì 12 Maggio

Venerdì 15    "

Martedì 19    "

Venerdì 22    "

Martedì 26    "

Venerdì 29    "

18,00-19,15

*Alla.scoperta dei suoni 
*Ritmi base di lavoro
*Giochi con la Body Percussion
*Arrangiamento di un pattern ritmico
*Teatro e body Percussion
*Ripasso e approfondimenti

Matteo Luzi incomincia a suonare nel 2003 e dopo diversi anni di apprendistato in Italia decide di approfondire le conoscenze direttamente "in loco", e dal 2011 ad oggi si reca regolarmente in diversi paesi dell'Africa per conoscerne appieno la cultura musicale e arricchire i suoi studi relativi a danze, canto e uso dei tamburi africani. Ha studiato la bodypercussion come autodidattata prima e seguendo poi numerosi corsi di formazione presso l'Associazione Universi Musicali di Abano T. diretta da Andrea Pedrotti e Paolo Caneva. 

 

 

 

 

 

Percussione Corporale, il corpo che suona 

 

La percussione corporale (body percussion) è una pratica artistica che impiega il corpo come strumento per produrre suoni, frasi sonore, ritmi e basi ritmiche per brani  musicali.  Oltre incrementare la sensibilità musicale e artistica, la PC è molto diffusa in musicoterapia grazie alla  sua capacità di stimolare la concentrazione, l’ascolto attento e la memoria in bambini e adolescenti, oltre a promuovere, specie nei soggetti più irrequieti, un più efficace controllo del corpo e dei movimenti, che si riverbera positivamente incrementando l'autostima. 

 

Schiocchi di dita, battiti di mani e piedi, battiti sul petto, sfregamenti sulle gambe, effetti acustici prodotti con le labbra e con le guance, sono alcuni tra i  suoni che si possono produrre utilizzando il corpo come percussione. 

 

La PC è una disciplina musicale, pertanto essa favorisce, attraverso la produzione di gesti, movimenti e suoni ritmici, l’espressione della propria creatività  e il rilascio delle emozioni e dei sentimenti che sono connessi con i propri personali atti espressivi. 

 

La PC è una pratica che si svolge quasi esclusivamente in forma collettiva, pertanto è molto indicata per favorire lo sviluppo delle abilità di cooperazione e promuovere i sentimenti di inclusione e di integrazione con gli altri del gruppo.

 

LA PC affonda le sue origini in una proibizione, ovvero diventa la risposta creativa al divieto imposto agli schiavi neri, deportati dall’Africa in America, di impiegare il tamburo per per ritrovarsi nelle danze e cerimonie sacre. Tracce di questa tecnica si trovano anche nelle danze dell’Indonesia, in particolare nella Saman dance.

Cosa occorre?

  • Un gruppo di persone in abiti comodi

  • Un pavimento che sia in grado di “risuonare”, meglio dunque  se in legno

  • Un ambiente acusticamente integro che permetta suoni avvolgenti e circolari, benché sia comunque possibile anche lavorare in altri tipi di spazi meno “sonoro-facilitanti”. 

 

Obiettivi

  1. Promuovere il contatto e l’esplorazione del proprio corpo, definirne i confini

  2. Incrementare le abilità di movimento, equilibrio e coordinazione tra le varie parti del corpo sia per aumentare le proprie capacità di espressive, che i sentimenti di efficacia e di autostima

  3.  Apprendere “ad andare a tempo”,  favorendo i processi di inclusione e integrazione con gli altri del gruppo

  4. Favorire l’auto-espressione attraverso la produzioni di suoni e frasi sonore,  incrementando le proprie capacità creative

  5.  Facilitare il contatto con le proprie emozioni, che trovano nel gesto, suono o movimento la possibilità di emergere ed essere più chiaramente definite. 

Contattaci

Istituto di Formazione RES - Via Borgosesia 63 10145 Torino